• Chiamaci
    +39 02 45862006




    WhatsApp
    +39 370 3629880

  • Orari di apertura
    Lunedì - Venerdì
    8.00 - 12.30 / 14.00 - 18.30
    Sabato
    8.00 - 12.30

GPL / METANO

Perchè installare un impianto


Esistono diversi fattori legati alla scelta dell'installazione di un impianto GPL o Metano.

Il fattore ambientale.
Oggi tutti i combustibili in commercio per le alimentazioni dei motori delle auto (eccetto l'idrogeno) sono chiamati idrocarburi, poichè composti principalmente da carbonio ed idrogeno.
Questi, vengono estratti da combustibili fossili (es. carbone, petrolio, gas naturale), che sono fonti energetiche non rinnovabili e producono la loro energia sotto forma di calore, reagendo chimicamente con l'ossigeno contenuto nell'aria ambiente.
Nella fase di combustione, i legami tra le molecole si rompono.
L'idrogeno, legandosi all'ossigeno, forma vapore acqueo (H2O), e legandosi al carbonio forma anidride carbonica (CO2) che è l'artefice dell'aumento dell'effetto serra e quindi è considerato un gas inquinante (inquinamento atmosferico).
Il GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) invece, è un combustibile a basso impatto ambientale e con un'elevata resa energetica e calorifica.
Normalmente, a temperatura e a pressione ambiente, è allo stato gassoso, ma passa allo stato liquido quando viene portato a pressioni più elevate oppure a basse temperature.
La miscela contiene piccole parti di zolfo, ma in fase di combustione, questa si completa (con pochi residui), contribuendo a ridurre l'impatto ambientale (inquinamento), favorendo una migliore qualità dell'aria ed una riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, non inquinando il suolo, l'acqua e le falde acquifere.
I motori alimentati a GPL, quindi, consentono una riduzione del 10% circa di CO2 emesso.

Il METANO o gas naturale (CH4), si trova in natura e non subendo processi di raffinazione è il carburante ecologico per eccellenza.
Non sono presenti inoltre, impurita come zolfo, piombo e idrocarburi aromatici, per cui i livelli di emissioni inquinanti risultano bassissimi.
Grazie alla sua composizione chimica determina, in fase di combustione, una produzione di vapore acqueo (H2O) e anidride carbonica (CO2).
Il CO2 emesso è molto basso, inferiore agli altri combustibili, riducendo pertanto la formazione di ozono nell'atmosfera.
Infine, la distribuzione dello stesso, ha notevoli vantaggi, poichè avviene attraverso gasdotti e con minimi costi di traporto, quindi non vengono utilizzate autocisterne che a loro volta inquinano.
I motori alimentati a METANO permettono una riduzione fino al 25% di CO2 emesso.

Di seguito vengono riportati i valori energetici relativia ai tipi di carburante utilizzato.

Benzina 10.300 Kcal / Kg.
Gasolio 10.200 Kcal / Kg.
GPL 10.000 Kcal / Kg.
METANO 11.600 Kcal / Kg.

Il fattore costi.
I costi dei combustibili, GPL o METANO, sono davvero convenienti se paragonati alla benzina o al diesel.
Il risparmio infatti è pari circa al 50% per il GPL, e al 70% per il METANO.
Infine, il costo per trasformare un auto (in base al tipo di vettura) varia da €. 900,00 a €. 2.000,00 circa per il GPL, e varia da €. 1.000,00 a €. 2.400,00 per il METANO.
Quindi il tempo per ammortizzare tale spesa risulta veramente breve, considerando il risparmio sul prezzo del combustibile.

In conclusione, l'installazione di un impianto a GPL o a METANO, permette un immediato risparmio economico e ambientale.